Condividi: Di Tano Pisano
Tano Pisano

Nato a Lentini nel 1947, Tano Pisano si diploma all’Istituto d’Arte di Catania nel 1964 e poi si trasferisce a Roma, dove studia all’Accademia di Belle Arti sotto la guida di Luigi Montanarini, Franco Getilini e Mino Maccari. Nel 1965 Lara Vinca Masini lo vuole in una collettiva presso la Galleria Numero. L’anno successivo espone alla Galleria de Paris in via Margutta a Roma. Nella metà degli anni settanta si trasferisce in Danimarca e inizia a lavorare come designer per la ILLUM a Copenaghen dove esegue murali in un monumento nazionale danese, la Den Gule Cottage a Klampenborg costruita dall’architetto Bindesboll. Nel 1978 è presente alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Parigi. Apre un raffinato ristorante a Copenaghen, frequentato per la particolarità dei suoi piatti dalla stessa regina. Inquieto e curioso, non si ferma ma si trasferisce in Francia, viaggia in Germania e arriva per caso sulle coste della Spagna settentrionale per trascorrere una breve vacanza ma, al momento di ripartire, cambia idea e sceglie la Catalogna come patria. Llafran, Palafrugell, Girona, Barcellona, diventano i luoghi delle sue ispirazioni ed esposizioni. Numerose personali si alternano tra la Spagna, Francia, Danimarca, Germania e Italia. Nel 2004 esegue il murale in ceramica al Grosse Eschenheimer Strasse di Francoforte e nello stesso anno inizia il lungo progetto, conclusosi nel 2006, della Cappella votiva nella Chiesa di Sant Martì a Parafrugell. Nel 2007 è in Italia, prima al Museo Michetti di Francavilla al Mare (Chieti), nella collettiva Oltre l’oggetto: Morandi e la natura morta oggi in Italia, e in seguito a Lucca presso la Fondazione Ragghianti, con L’alibi dell’oggetto: Morandi e gli sviluppi della natura morta in Italia. Nella primavera 2011 l’Accademia delle Arti del Disegno di Firenze dedica alla sua produzione grafica Peix, un’apprezzata esposizione personale.
La ricotta ricotta
Ricette
Vedi anche:
Tano Pisano
Peix

a cura di Paola Cass...