Condividi: Vedi anche:
La bellezza dell’arte
Da Guercino a Basquiat: valore, emozione, intelletto, creatività e spiritualità

a cura di Giulia Ballerini


Polistampa, 2013
Pagine: 80
Caratteristiche: ill. col., cart., 24x31
ISBN: 9788859611905


Settore: A2 / Arte moderna e contemporanea
Anche: A1 / Storia dell’arte


Prezzo: 22.00 €
Sconto: 15% (risparmio 3.30 €)

Aggiungi al carrello
Vai alla scheda curatore

Guercino, Van Dyck, Boldini, Viani, Morandi, Carrà, Burri, Sironi, Malevich, Warhol e Basquiat sono alcuni degli artisti protagonisti di un volume che indaga sul Bello dall’ideale classico alle avanguardie, mettendo in rilievo le evoluzioni che questo concetto ha avuto nella storia dell’arte.
Sono riprodotte 56 opere che spaziano dal Seicento al Novecento attraversando numerose scuole e correnti, dal Barocco alla Pop Art, suddivise in sezioni tematiche: Il Bello come ordine e misura, La Bellezza nel ritratto e nel volto e sue metamorfosi, Il Bello tra la forma e l’informale, Il Bello e il suo opposto: l’estetica del brutto e il Borderline, La Bellezza oltre il reale: sacro e profano, celeste e terreno, divino e sublime.
“Dall’idea di un perfetto ordine cosmico”, scrive la curatrice, “che collegava il bello al vero e al bene, siamo giunti in età moderna all’esperienza del molteplice, dell’individuale e dell’inclassificabile, e quindi a partire dalla fine del Settecento, ad una netta rivincita del brutto. È soprattutto nel XX secolo che si rivendica il valore estetico della deformità e delle dissonanze”.

Testi di Gianni Gianassi, Francesco Mariani, Francesco Martani, Giulia Ballerini.


Francis Bacon

500 Oggi
Roberto Maestro
Il bello ed il brutto

La bellezza come terapia

Sigfrido Bartolini

Guido Spadolini

Incubi nordici e miti mediterranei


La vergine e la femme fatale

Aurelio Amendola

Biophilia

Cosa pensi di questo libro? Ti piace?
Lascia un commento con le tue osservazioni!
Inviando questo form autorizzo al trattamento dati