Condividi: Vedi anche:
Gao Jun: bianco & nero / 黑 与 白 高俊
“Come i tasti del pianoforte” / 钢琴键盘一样的

a cura di Adriano Bimbi / Rodolfo Ceccotti


Testi in cinese e in italiano



Polistampa, 2017
Pagine: 80
Caratteristiche: ill. b/n, br., 16x24
ISBN: 9788859617044


Settore: A2 / Arte moderna e contemporanea
Anche: TL8 / Fotografia

Vedi: Gao Jun


Prezzo: 15.00 €
Sconto: 15% (risparmio 2.25 €)

Aggiungi al carrello

«Il grande fascino della pittura ha acceso in Gao Jun un’emozione e una determinazione tale da fargli abbandonare il campo della chimica, cui aveva dedicato undici anni della sua vita, ed abbracciare quello della pittura ad olio, facendolo diventare un nostro compagno di viaggio. Nel suo percorso artistico Gao Jun ha avuto la fortuna di studiare con i maestri Zhou Dazheng e lin Bin e con un famoso artista italiano, Adriano Bimbi. nell’anno 2015 ha passato l’esame d’ammissione al dottorato di Pittura presso l’accademia dell’arte Cinese e da allora sono il suo maestro. si è dedicato alla pittura con passione, è serio negli studi e i suoi interessi sono così variegati che riesce a raccogliere frutti da ogni parte. Questo, unito all’esperienza accumulata nella sua precedente attività scientifica e nella sua attività di insegnante, costituisce la base del suo percorso. Non solo l’ho visto esercitarsi assiduamente nella pittura dal vero e d’immaginazione e nella copia dagli antichi maestri, ma anche, quando il modello era in pausa, approfittava di ogni attimo utile per catturare con l’inchiostro cinese un atteggiamento o una posizione che gli aveva suscitato emozioni, così come a volte restava affascinato da piccoli angoli di natura che si fermava a immortalare tramite veloci appunti. lavora con molta concentrazione, dimentico di tutto il resto. in questi disegni di nudi e paesaggi il suo segno trascrive le sue emozioni. oltre a ciò, in questi anni ha studiato il rapporto tra musica e pittura partendo dai lavori di Kandinsky, luo erchun, giacometti e dalla musica di Bach, Beethoven, Tchaikowsky cercando un modo sempre più diretto per rappresentare pittoricamente la musica. tra i lavori eseguiti su questo tema, ricordo “dal violoncello della Du Pré”. Gao Jun ha un grande cuore e una sensibilità profonda e lo vediamo non solo nei disegni ma anche nelle foto. il suo obbiettivo cattura l’essenza e il valore di ciò che è apparentemente normale, come nelle foto “Enzo Faraoni”, “Piero Vignozzi”, “Peng Peng”, “Preghiera”, “un pezzetto di tempo” ed altre. fanno dimenticare il tempo a chi le guarda e introducono ad una dimensione contemplativa. I lavori sopramenzionati sono sempre in bianco e nero, come un suo diario, come frutti raccolti dal Paradiso. Con l’invito di Simone, Presidente della scuola di grafica d’arte il Bisonte, Adriano Bimbi e Rodolfo Ceccotti hanno curato questa mostra personale di Gao Jun dal titolo “Bianco e nero: come i tasti del pianoforte”. Per lui è la prima mostra personale in Italia ed una grande occasione di scambio con gli artisti italiani. Credo che nel confronto con la realtà, se seguiamo l’ispirazione e abbiamo un cuore onesto, possiamo sentire il battito della natura, e attingere acqua alla sorgente dello spirito.»
Yang Feiyun


Yang Feiyun

Guangdong

Dashi Namdakov

Chao Ge

Astrazione e realtà
Adriano Bimbi
Weit weg von hier / Più lontano da qui

Tjaarke Maas

600 anni a San Domenico di Fiesole

L’occhio dell’eroe

Artefice in Mugello

Da qui a là… Laggiù! Il Mugello

Qui, nel Mugello con Fattori
Cosa pensi di questo libro? Ti piace?
Lascia un commento con le tue osservazioni!
Inviando questo form autorizzo al trattamento dati