Condividi: Vedi anche:
Il restauro del ‘Dio fluviale’ di Michelangelo Buonarroti
Dono di Bartolomeo Ammannati all’Accademia del Disegno

a cura di Cristina Acidini / Giorgio Bonsanti / Enrico Sartoni


Polistampa, 2017
Pagine: 36
Caratteristiche: ill. col., br., 24x22
ISBN: 9788859617549

Collana: Cataloghi dell’Accademia delle Arti del Disegno, 94


Settore: A5 / Restauro
Anche: A1 / Storia dell’arte

Vedi: Michelangelo Buonarroti


Prezzo: 10.00 €
Sconto: 15% (risparmio 1.50 €)

Aggiungi al carrello

Il Dio fluviale è il progetto per una statua destinata alla Sagrestia Nuova della chiesa di San Lorenzo, dove Michelangelo lavorò dal 1521 al 1534. Custodito a Firenze nella collezione di Casa Buonarroti, è l’unico modello preparatorio di grandi dimensioni per una scultura che l’artista ci abbia lasciato. Oltre ad inquadrare l’opera dal punto di vista storico e artistico, il volume documenta l’accurata opera di restauro a cui essa è stata sottoposta.
“Il modello”, scrive Giorgio Bonsanti, “propone interessanti questioni che offriamo al dibattito: la sua esemplarità dell’arte di Michelangelo risulta paradigmatica, nell’anatomia muscolosa del torso e nel suo stato di non finito; quand’anche non vi sia modo di sapere a quale stadio di completamento l’avesse condotto l’artista. Esistono tutte le premesse perché quest’opera imponente, di fortissimo impatto visivo, relativamente poco conosciuta dal grande pubblico, diventi dopo il suo determinante restauro un’icona michelangiolesca fra le più ammirate”.

Testi di Cristina Acidini, Domenico Viggiano, Giorgio Fiorenza, Enrica Neri Lusanna, Simonetta Brandolini d’Adda, Pina Ragionieri, Marco Ciatti, Irene Sanesi, Giorgio Bonsanti, Rosanna Moradei, Enrico Sartoni, Ludovica Sebregondi.


Michelangelo e l’assedio di Firenze
Oscar Schiavone
Michelangelo Buonarroti
Pina Ragionieri
Il primato del disegno

Disegno segreto

Dall’idea al fare artistico
Andrea Manetti
Michelangelo nasce in Casentino

Andrea Commodi

Palazzo Davanzati

Dashi Namdakov

Renato Alessandrini

“Da Cimabue in qua”

Luciano Guarnieri
Toscana Oggi - 16/07/2017 - Sebastiana Gangemi
«Pezzi di legno e di pane (assi) confitti insieme, e fasciati poi di fieno e di stoppa, e con funi   

Il Tirreno - 12/07/2017 - Gabriele Rizza
Le storie a volte si intrecciano ma alla fine si dipanano. Quella del “Dio fluviale” di Michelangelo è una di queste. Il dio in questione, un imponente torso umano quasi  

La Nazione - 12/07/2017 - Olga Mugnaini
Un Dio fluviale, forse l’Arno, plasmato con argilla e sabbia. Un torso potente a grandezza naturale, con una muscolatura e una verità anatomica che solo il grande Michelangelo  

Corriere fiorentino - 12/07/2017 - Ivana Zuliani
Era destinato ad essere effimero, ma è sopravvissuto per ben cinquecento anni. Il Dio Fluviale di Michelangelo, opera unica e rarissima (appartiene a una tipologia  

Cosa pensi di questo libro? Ti piace?
Lascia un commento con le tue osservazioni!
Inviando questo form autorizzo al trattamento dati