Condividi: Vedi anche:
Lucio Riccetti

Alexandre Imbert e J. Pierpont Morgan
Il collezionismo della maiolica italiana fino al 1914

Prefazione di Timothy Wilson



Polistampa, 2017
Pagine: 448
Caratteristiche: ill. b/n e col., br., 24x31
ISBN: 9788859617730


Settore: A6 / Collezionismo
Anche: A4 / Arti minori / A1 / Storia dell’arte


Prezzo: 48.00 €
In preparazione

Prenota una copia
Vai alla scheda autore

Il volume si concentra sul lungo rapporto di collaborazione tra il famoso banchiere, filantropo e collezionista statunitense John Pierpont Morgan e il mercante d’arte di origine franco-napoletana Alexandre Imbert.
Dopo aver preso in esame la straordinaria diffusione del gusto antiquario – specialmente per quanto riguarda le terrecotte italiane ed europee – presso la borghesia americana del tardo Ottocento, l’obiettivo si sposta sugli interessi di Morgan, che in Imbert trovò il canale privilegiato per acquisire straordinarie collezioni, tra cui maioliche di incalcolabile valore artistico. La cooperazione tra i due fu segnata da luci ed ombre e su di essa gravano ancora sospetti, tra cui l’acquisto di numerosi pezzi falsi.
Ricca di illustrazioni, riferimenti puntuali e una nutrita bibliografia, l’opera ricostruisce efficacemente il clima di un’epoca fondamentale per il mondo del collezionismo.

Valerie Niemeyer Chini
Stefano Bardini e Wilhelm Bode
Alessandro Biancalana
Porcellane e maioliche a Doccia

Le stanze dei tesori

La raccolta delle robbiane

Fausto Berti
Detlef Heikamp
Il Laocoonte di Vincenzo de’ Rossi
Andrea Emiliani
Helen Costantino Fioratti
Please be Seated

Scultura italiana del Rinascimento


Immagini dal Risorgimento
Cosa pensi di questo libro? Ti piace?
Lascia un commento con le tue osservazioni!
Inviando questo form autorizzo al trattamento dati